sabato 1 marzo 2008

Come Elio smerdò D'Alessio

Gli spunti più divertenti sono indubbiamente:

  • i divertenti imbarazzi di chi cerca di non dire (è sempre in televisione) che il detto testo fa cagare;
  • il giornalista palermitano che tenta invano di dare un senso al testo di Skeletor (=D'Alessio)
  • Tricarico che dormiva.

EDIT: Mamma mia, se ce n'è di gente stronza a questo mondo.... molto acuto davvero il commento della fan a fine articolo... soprattutto quando ripicca a Elio "ki sei tu per giudicare tu ke l'unica canzone ke hai fatto si kiama la terra dei cachi...quindi non puoi proprio parlare...".

2 commenti:

Roovalk ha detto...

Spettacolo.
Puro spettacolo.

Questi minuti hanno giustificato da soli l'esistenza di Sanremo 2008.

Ho riso come un cretino.

AggRoger ha detto...

Grandioso,ma continuo a ritenere Neanche un minuto di non caco il vero capolavoro sanremese degli Elio.